IPSE DIXIT#2

Avete lectores, bentornati!

Prima di lasciarvi alla lettura delle massime, ci teniamo a precisare che possiamo pubblicare solo frasi che risultano divertenti anche se prive di contesto.

In questo numero proponiamo:

·      “Se un bambino vestito da Arlecchino viene da te e ti fa uno scherzo, tu gli tiri due pugni in testa così non rompe più le scatole”.

·      “Quando ti condanneranno a morte in Texas, chiederai la grazia al governatore ma non te la darà. E tu? Muori!”

·      “Nella casa del Mulino Bianco la colazione è già pronta perché è andato il demiurgo a prepararla”.

·      “I maschi con gli anni peggiorano. Ora siete un 6+, tra vent’anni sarete un 4 e mezzo”.

·      “Non so, ditemi un autore della letteratura latina… Socrate?”.

·      “Nei vostri temi vi sentite come Fellini, a metà tra tragedia e commedia”.

·       “Se sei in macchina ed è buio, tu accendi i fari, non preghi Padre Pio”.

·      “Il viaggio di Ulisse è orizzontale, come il viaggio che fate voi tutti i giorni per andare a scuola, che farete per andare in Canada o per andare al diavolo”.

·      “Ora che manca Lorenzati sono rimasto solo più io per gli ipse dixit. Se mi metto in malattia, siete tutti perduti.”.

·      “La maturità fa parte di quella cosa molto bella che abbiamo studiato per cinque anni: il fato”.

A cura di Callandrone Rachele e Sobrino Fosca