IL SIGNIFICATO DEI COLORI

Nella vita quotidiana i colori sono una parte fondamentale. Possono infatti descrivere noi stessi, il nostro umore, cosa proviamo o come ci sentiamo. Però i colori hanno un potere ancora più grande se utilizzati nella giusta maniera. Ogni colore infatti ha la capacità di trasmetterci qualcosa, che sia una sensazione o un’emozione e indurci a fare una certa azione o a sentirci in un certo modo. Per esempio, avete mai notato che spesso i muri delle aule sono di colore giallo?  Potrebbe sembrare una semplice scelta stilistica, invece la cromopsicologia, la scienza che studia, per l’appunto, l’effetto dei colori sulla nostra psiche, ci dice che il giallo stimola nelle persone la logica e le facoltà intellettuali, dato che entra in relazione con la parte sinistra del cervello. Da questo ne consegue dunque un aumento dell’attenzione e della concentrazione. O, molto più semplicemente, spesso tendiamo ad associare il giallo alla gioia, e quindi in automatico, quando siamo felici, ci vestiamo con vestiti gialli.

Ma esattamente, cos’è la cromopsicologia?

Come detto in precedenza è la disciplina che studia l’effetto dei colori sul comportamento umano. Non è però ritenuta una vera e propria scienza, come la cromoterapia ( cioè l’utilizzo dei colori come terapia per curare alcuni disturbi), ma una pseudo-scienza, dato che non ci sono stati riscontri positivi in studi clinici “ufficiali”. 

Quindi, quali sono i significati dei colori?

Il rosso tendenzialmente indica l’eccitazione, l’energia, la passione e l’attenzione. È spesso utilizzato proprio per questo per attirare l’attenzione, stimolarla e indicare un pericolo.  È un colore che esprime dinamicità e azione. Avete mai pensato al motivo per cui i camion dei vigili del fuoco fossero rossi? Il motivo è questo. Il rosso è un colore lampante, fatto per attirare lo sguardo di tutti su di sé, e, di conseguenza avvertire del pericolo. Però non dobbiamo dimenticarci che il rosso ha anche la capacità di incoraggiare le persone e di farle sentire al sicuro.

L’arancione indica l’ottimismo, l’indipendenza, la creatività, il divertimento e la voglia di avventura. È utilizzato infatti per esprimere la libertà, per comunicare divertimento e stimolare la creatività. Come il rosso è un colore che tende a esprimere movimento e ad attirare l’attenzione.

Il giallo, come detto on precedenza, indica la gioia, ma anche l’entusiasmo, la spontaneità e la positività. È uno di quei colori che ha un effetto quasi immediato sull’umore delle persone. Viene anche spesso associato al viaggio e ai trasporti.

Il verde ha molti significati, che cambiano a seconda della tonalità. Un verde più chiaro indica per lo più crescita, sia fisica che intellettuale, armonia e gentilezza. È un colore che tende a svegliare le persone, donando nuova energia per affrontare le giornate. Un verde più scuro indica invece una sensazione di sicurezza, stabilità e bilanciamento. È un colore che trasmette rilassamento, ma anche appartenenza. Tende ad incoraggiare le persone. Il verde viene spesso utilizzato anche nel marketing per indicare prodotti di utilizzo scolastico o naturalistico.

L’azzurro indica la libertà, la volontà di esprimersi, la fiducia, la saggezza e la gioia. Tende a instillare fiducia, a renderti più minuzioso e attento ai dettagli, a stimolare la produzione e a comunicare conoscenza.

Il blu indica responsabilità, onestà, lealtà, sicurezza e tranquillità. È spesso utilizzato per ridurre lo stress, ricreare un ambiente calmo, rilassare e creare ordine. Il blu è un colore dalle grandi sfaccettature e spesso ingloba anche i significati di fiducia e libertà dell’azzurro.

Il viola tende a indicare la spiritualità, la devozione, la compassione , la sensibilità e il mistero. Il viola è il risultato dell’unione del rosso e del blu, e questo si nota anche nei suoi significati. Infatti indica sia saggezza sia forza.

Il rosa è il colore della compassione, dell’amore e dell’ammirazione. Tende a indicare una persona vivace e gioiosa, talvolta immatura. È un colore che incoraggia la creatività, che comunica energia e che affascina.

Il marrone è il colore della naturalezza, del comfort, dell’onestà e della stabilità. Tende a creare un ambiente “caldo”, tranquillo e stabile, ma può anche indicare, se inerente a una persona, la presenza di emozioni soppresse. Per i suoi significati di stabilità viene spesso associato alla legalità.

Il grigio è il colore che indica la neutralità al suo grado massimo. Indica la formalità, il silenzio e la maturità. È spesso associato allo scorrere del tempo e tende a reprimere l’energia e a creare un senso di compostezza e rigidità che spesso può essere vincolante. Nel mondo del marketing è un colore che, come il bianco e il nero, viene utilizzato in tutti gli ambiti, più che altro come colore ad accostare agli altri.

Il bianco e il nero hanno in realtà significati molto simili. Indicano disciplina, eleganza, potere, controllo e autorità, ma anche mistero e rabbia. Tendono a creare o uno stato di tranquillità o uno stato di paura e ansia e spesso indicando una persona intimidatoria o che nasconde i propri sentimenti e i propri pensieri.

Un modo molto semplice per verificare questi significati è osservare, per esempio, la palette di colori (cioè i colori principali utilizzati in un’illustrazione o in un outfit) di un personaggio o di una persona intorno a noi. Prendiamo come esempio un ipotetico personaggio di un manga, cioè il tipico fumetto giapponese. In questo tipo di fumetto i personaggi tendono spesso ad avere colori di capelli molto particolari. Un personaggio che ha i capelli rossi rispecchierà spesso le caratteristiche descritte prima, quindi sarà un personaggio particolarmente attivo, dinamico, esuberante e spesso anche testardo. Quando noi vediamo per la prima volta questo personaggio assoceremo il colore dei suoi capelli a queste caratteristiche, quindi cominceremo a farci un’idea sul suo carattere. Nella quotidianità questo aspetto si può analizzare nel modo di vestirsi. Una persona che tende a vestire colori molto accesi come il rosso, l’arancione e il giallo, con molta probabilità è una persona molto attiva, gioiosa, creativa, ma potrebbe essere anche testarda e un po’ scontrosa. Una persona invece che tende a vestire colori come il blu, il verde scuro e il grigio è più facile sia una persona tranquilla, introversa, silenziosa e spesso neutrale.

Anche nel marketing i colori sono utilizzati secondo queste caratteristiche. Un’azienda che deve creare un logo per un prodotto sportivo tenderà a usare colori che attirano l’attenzione e che indicano dinamicità e gioia, mentre i medicinali tenderanno a utilizzare colori che indicano stabilità e tranquillità.

Quindi, se volete saperne un po’ di più sulle persone che vi stanno intorno, cominciate a osservare i loro colori!

di Ludovica Pollani